Ermanno Petitti, General Manager Mappi International

Ermanno Petitti, General Manager Mappi International

Il futuro di Mappi International: intervista a Ermanno Petitti, General Manager.

Sul nostro Mappi Mag, la webzine dedicata al mondo della tempra del vetro, inauguriamo una nuova rubrica che ci permetterà di conoscere meglio le persone che lavorano con Mappi International.

Dottor Petitti, benvenuto sul nostro Mappi Mag! Sta per partire per diversi eventi di settore che vedranno Mappi International protagonista assoluto, parliamo di Glass Expo Pacific Northwest, a Seattle, il prossimo 2-3 giugno, di UNIRETE, a Roma il 9 e il 10 giugno e Glass South America, San Paolo, Brasile, dall’8 all’11 giugno. Un inizio di stagione niente male ed è per questo che vogliamo sapere : quali sono gli obiettivi che l’azienda si prefigge di raggiungere per questi appuntamenti?

Il mese di giugno di quest’anno sarà davvero un mese intenso per noi di Mappi International, saremo impegnati su più fronti, nelle Americhe e in Italia con UNIRETE. Eventi diversissimi tra loro che però sono fondamentali per la nostra azienda che, fin dalla sua fondazione, si è data l’obiettivo di presenziare a questa tipologia di eventi per essere sempre aggiornati sulle novità e soprattutto per presentare i nuovi macchinari ed incontrare i possibili clienti. In particolar modo l’evento di Seattle, (Glass Expo Pacific Northwest, il prossimo 2-3 giugno, ndr) sarà particolarmente importante: la fiera torna in attivo dopo più di 10 anni di silenzio ed è un’opportunità fondamentale per noi per incontrare i clienti statunitensi dopo l’apertura della nuova warehouse in Florida, a Naples. Essere lì sarà come dire ai nostri clienti: “Siamo ancora più vicini a voi e vi garantiamo la massima assistenza possibile”. Glass South America è invece uno degli appuntamenti fissi che da anni ci vedono protagonisti e che è sicuramente uno dei più importanti del continente, anche qui si tratta di una grossa opportunità per conoscere meglio questo mercato in continua evoluzione. UNIRETE è invece l’evento che Unindustria organizza a Roma per far incontrare alle aziende del Lazio potenziali clienti. E’ un evento innovativo e dinamico per il nostro paese soprattutto per le reali possibilità di incontro fra domanda e offerta che vengono organizzate nell’arco delle due giornate.

Mappi America, lo ha già introdotto prima, è la divisione statunitense di Mappi International, come nasce l’idea di “emigrare”oltreoceano?

Mappi America nasce dopo aver accolto per diversi anni le richieste dei nostri clienti, tanti, che lavorano negli USA. La nuova sede a Naples, Florida, ha l’obiettivo di garantire ai clienti americani l’invio immediato di pezzi di ricambio e di fornire un servizio assistenza ineccepibile. Lo stesso che, da sempre, garantiamo a tutti i nostri clienti in ogni parte del mondo, per i quali è sempre attivo il nostro servizio assistenza, 24 ore su 24, 7 giorni su 7, in grado di risolvere in loco e anche da remoto qualsiasi tipo di problematica. Il mercato americano poi, da sempre, è il nostro mercato di riferimento e anche i clienti sudamericani che cercheremo di raggiungere nelle giornate di San Paolo (Glass South America, 8-11 giugno, ndr) potranno usufruire di questa vicinanza.

E per il mercato italiano, quali sono le prospettivi ed i progetti per il futuro?

Abbiamo la volontà di confermare la nostra presenza e di continuare ad essere partner di diverse aziende che scelgono qualità, l’affidabilità e la sicurezza di macchinari interamente progettato e realizzati in Italia. Siamo la risposta a tutte le loro esigenze, sia per quanto riguarda le prestazioni e la qualità del prodotto finito, sia per quanto riguarda la certezza di averci sempre al loro fianco. Oltre all’assistenza di cui parlavo prima c’è anche la possibilità concrete di risparmiare per chi sceglie i nostri prodotti grazie al controllo dei consumi.

Controllo dei consumi e macchinari straordinari, come il nuovo ATS J. Come si inserisce nel mercato Il Gigante della tempra?

ATS J risponde ad un’esigenza condivisa ma che proviene, soprattutto, dal mercato edile: lastre di vetro temprate sempre più grandi. E’ in quest’ottica che è nato uno dei macchinari più grandi al mondo, in grado di lavorare lastre fino a 3300×6000. Un macchinario che risponde alle esigenze di un mercato in continua evoluzione che richiede risposte concrete.

A proposito di richieste concrete, che cosa vogliono oggi le vetrerie?

Nella mia lunga esperienza ho imparato che le vetrerie, ma tutte le attività imprenditoriali in generale, hanno bisogno di sapere che, dietro alla fornitura di un macchinario, ci sono persone reali in grado di consigliarle e soprattutto di essere a loro fianco in ogni fase dell’installazione. Il momento della messa a regime e la messa in funzione sono altri due momenti delicatissimi in cui la vetreria ha bisogno del massimo supporto, è in questo proprio che un’azienda come Mappi International fa la differenza.

Oggi e per il domani, che cosa arriverà per Mappi International?

Mappi International è un’azienda in continua evoluzione che, come abbiamo visto, interpreta i segnali del mercato, in qualche caso anche anticipandoli. Sono in arrivo diverse novità di cui, naturalmente, non posso parlare. Quello che vi posso confermare è che Mappi International non ha mai smesso e non smetterà di investire su ricerca e innovazione.

Per tutti gli aggiornamenti continuate a leggere il Mappi Mag!

Trovate tutte le informazioni sugli eventi del settore vetro sul nostro Calendario visitate la sezione Fiere ed Eventi per scoprire dove saremo nei prossimi mesi.

Vi aspettiamo su Facebook, Twitter, Instagram e Linkedin.